Un bando per il riutilizzo dei beni confiscati alla mafia

     
 

Entro la fine dell'estate il Piemonte si doterà di un bando rivolto ai Comuni per l'erogazione di contributi per progetti sociali e di riutilizzo di beni confiscati alla mafia. Un ambito che tocca 63 Comuni della regione e coinvolge 145 immobili già destinati. Il Consiglio regionale ha approvato la delibera che definisce i criteri di riutilizzo e prevede uno stanziamento di 200 mila euro con una quota di cofinanziamento a carico dell’ente locale del 50%.

Interviste:

Sergio Chiamparino (Presidente della Regione Piemonte)

Giorgio Bertola (Movimento 5 Stelle)

Domenico Rossi (Pd)

Gianluca Vignale (Movimento Nazionale per la Sovranità)

31/07/2017