Vai ai contenuti

leggi i contenuti

Un bando per il riutilizzo dei beni confiscati alla mafia

     
 

Entro la fine dell'estate il Piemonte si doterà di un bando rivolto ai Comuni per l'erogazione di contributi per progetti sociali e di riutilizzo di beni confiscati alla mafia. Un ambito che tocca 63 Comuni della regione e coinvolge 145 immobili già destinati. Il Consiglio regionale ha approvato la delibera che definisce i criteri di riutilizzo e prevede uno stanziamento di 200 mila euro con una quota di cofinanziamento a carico dell’ente locale del 50%.

Interviste:

Sergio Chiamparino (Presidente della Regione Piemonte)

Giorgio Bertola (Movimento 5 Stelle)

Domenico Rossi (Pd)

Gianluca Vignale (Movimento Nazionale per la Sovranità)

31/07/2017