Una marcia per ricordare Emanuele Artom

Una "Marcia per ricordare" Emanuele Artom, giovane partigiano torinese torturato e ucciso dai fascisti nel 1944, ha attraversato, venerdì 31 marzo, il quartiere San Salvario a Torino, da Porta Nuova fino alla Sinagoga. Patrocinata dal Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale, organizzata dalla Comunità Ebraica di Torino, con quelle di Vercelli e Casale Monferrato, con la Città di Torino e la Comunità di Sant’Egidio, la marcia ha preso il via dal binario 17 della stazione, dalla lapide che ricorda la partenza dei treni dei deportati verso i campi di concentramento.

[intervista a Nino Boeti, vicepresidente del Consiglio regionale]

Nella zona antistante la Sinagoga, in piazzetta Primo Levi, ai saluti delle autorità è seguito un momento musicale e artistico degli alunni della Scuola Ebraica e del Liceo Cavour.

06/04/2017