CRP Tg LIS n. 05 - febbraio 2014

     
 
IN QUESTO NUMERO

Riunione della conferenza dei Capigruppo
Legge sulla montagna
La Commissione sui fondi strutturali Ue

SETTE GIORNI IN CONSIGLIO

All'indomani dell'ordinanza del Consiglio di Stato che ha respinto l'appello contro la sentenza del Tar sull'esito elettorale del 2010 e in attesa di conoscerne le motivazioni, il presidente dell'Assemblea regionale Valerio Cattaneo ha convocato la Conferenza dei capigruppo. I presidenti dei gruppi consiliari hanno deciso di chiedere al Ministero dell'Interno e al presidente del Consiglio se esistano motivi ostativi al proseguimento delle attività istituzionali.
Aspettando, inoltre, il giudizio di ottemperanza del Tar, richiesto dal Movimento Cinque Stelle, si è stabilito di procedere in Commissione all'esame degli atti indifferibili e urgenti senza, per il momento, convocare sedute d'Aula.

PRIMO PIANO

01) Fondi strutturali europei
In Commissione Bilancio il vicepresidente della Giunta, Gilberto Pichetto, ha illustrato lo stato dell'arte della programmazione dei fondi strutturali europei 2014-2020, sui quali sono stati avviati i confronti con il partenariato piemontese. Fra gli interventi per il Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale), è stata evidenziata l'importanza dell'asse uno, finalizzato al rafforzamento dello sviluppo, della ricerca e dell'innovazione.

02) Legge sulla montagna
Licenziata dalla I Commissione la legge per la tutela della montagna e il passaggio alle unioni montane. Il testo pronto per l'Aula individua tempi certi per la costituzione delle unioni montane, precisa le loro funzioni e le modalità per il corretto utilizzo dei fondi europei, circa 67 milioni di euro l'anno.

IN BREVE

3) Concorsi scolastici
*Tremila studenti di 75 scuole medie superiori del Piemonte (seguiti da 133 insegnanti) si sono cimentati sui tre temi proposti quest'anno per le trentesima edizione del concorso Diventiamo Cittadini Europei bandito dalla Consulta Europea regionale. La maggior parte dei partecipanti arriva dalle scuole della provincia di Torino (727 studenti) e da quelle della provincia di Cuneo (509 studenti), tutte le province hanno comunque preso parte al concorso. Il 9 maggio, Festa dell'Europa, i vincitori verranno premiati nel corso di una cerimonia che si svolgerà al Salone del Libro di Torino.
* È scaduto il 14 febbraio il bando per il Progetto di Storia contemporanea 2013/2014, riservato agli Istituti di Istruzione secondaria di II grado del Piemonte. Giunto alla 33a edizione, quest'anno ha proposto come tracce i temi dell'8 settembre 1943 e della condizione della prigionia militare in tempo di guerra, delle violenze gratuite e sistematiche a cui vengono sottoposti i civili durante i conflitti e, infine, della Shoah e delle manifestazioni di razzismo e discriminazione. Avviato nel 1981, il progetto in oltre tre decenni, ha coinvolto più di 40 mila studenti e circa millecinquecento insegnanti.

25/02/2014