CRP Tg LIS n. 43 - dicembre 2013

     
 
La seduta del 26 novembre
Il presidente della Regione Roberto Cota è intervenuto, in apertura di seduta, in merito alle indiscrezioni giornalistiche sulle indagini in corso su numerosi esponenti di Consiglio e Giunta regionale. La comunicazione del presidente ha dato luogo ad un acceso confronto per chiarimenti. In una pausa dei lavori l'Ufficio di presidenza ha ricevuto una delegazione di rappresentanti del Comitato No-F. 35. Nel pomeriggio è stata svolta la seduta straordinaria sull'Irpef.

Per modernizzare l'Italia
Il titolo dell'incontro, promosso dal Consiglio regionale, Comitato Resistenza e Costituzione e dal Comitato Resistenza Colle del Lys, "Modernizzare l'Italia: l'economia della conoscenza come sfida del cambiamento", ha stimolato una riflessione sulla necessità di un cambio di rotta, nella regione e in Europa, per superare la peggior crisi del dopoguerra. Sul tema sono intervenuti, al centro congressi della Regione Piemonte, docenti e esperti di ricerche economico sociali.

Conferenze Europa
I cittadini europei possono proporre un provvedimento alla Commissione: per farlo, devono raccogliere un milione di firme in almeno sette Paesi dell'Unione. Di questo nuovo diritto, introdotto dal Trattato di Lisbona, in vigore da aprile 2012, si è parlato a Palazzo Lascaris, in un incontro promosso dalla Consulta europea con il Centro Studi sul Federalismo, il Centro Einstein di Studi Internazionali, l'Università di Torino e l'Istituto Universitario di Studi Europei.

"Monferrato 1613. La vigilia di una crisi europea"
Il convegno storico sul quarto centenario della prima Guerra del Monferrato, organizzato dall'Associazione dei consiglieri della Regione Piemonte e dal Dipartimento di Lingue e Letterature straniere e Culture moderne dell'Università degli Studi di Torino è stato ospitato a Palazzo Lascaris. I lavori si sono svolti in due sessioni, presiedute da Giuseppe Ricuperati dell'Accademia dei Lincei, e da Carlo Bitossi dell'Università di Ferrara, con interventi di relatori nazionali ed europei.

Chiocciola Helix pomatia
Il terzo appuntamento del Museo regionale di Scienze Naturali presso la sede di Palazzo Lascaris - dopo quelli sulla felce lunaria e sul cranio dell'orso delle caverne - è con la chiocciola Helix pomatia, esposta fino al 27 gennaio. La lumaca, nota con svariati nomi comuni, tra cui chiocciola vignaiola ed escargot de Bourgogne è utilizzata nella farmacopea popolare per la preparazione dello "sciroppo di lumaca", raccomandato per alleviare la tosse e lenire le ulcere. Helix pomatia è universalmente più conosciuta in campo gastronomico.

10/12/2013

Tag: