Lis n.31 - Dicembre 2016

     
 

IN QUESTO NUMERO

In Aula il documento di economia e finanza
Scuola, arrivano i voucher
Le province a un anno dalla legge regionale

SETTE GIORNI IN CONSIGLIO

Il 13 dicembre il Consiglio regionale ha iniziato l’esame del Documento di economia e finanza regionale e ha approvato la delibera che modifica il Piano triennale per il diritto allo studio e introduce i voucher per le spese scolastiche. In mattinata l’assessora alla Cultura ha svolto una comunicazione sul bando per la scelta del direttore del Museo del Cinema, sulla quale si è aperto un dibattito. Nella pausa dei lavori il vicepresidente del Consiglio e il presidente della Commissione Sanità hanno ricevuto una delegazione dell’associazione “Prima Luce” di Torino, che chiede l’istituzione in Piemonte di una casa maternità, dove le donne possano scegliere di partorire. Con l’assessore regionale alla Sanità, hanno poi ricevuto la delegazione dell’associazione di pubblica assistenza “Croce Amica”, i cui quarantacinque dipendenti rischiano il licenziamento dopo la decisione dell’Azienda sanitaria Torino 2 di assegnare il servizio di trasporto dei pazienti, tramite appalto, ad altri soggetti. In chiusura di seduta, infine, il presidente del Consiglio regionale ha ricevuto i rappresentanti delle associazioni Csa, Autismo e società, Luce per l'autismo e Fondazione per la Promozione sociale onlus, che hanno evidenziato le difficoltà che malati e disabili incontrano quotidianamente nello svolgere le funzioni più elementari.

PRIMO PIANO

01) In Aula il documento di economia e finanza
Il 13 dicembre il Consiglio regionale ha iniziato l’esame del Documento di economia e finanza regionale 2017-2019. Il Defr, che disegna il quadro di riferimento economico e sociale all’interno del quale opera il bilancio regionale, illustra gli obiettivi e la compatibilità delle risorse. Il documento dovrebbe consentire di coprire, nel triennio, la pesante situazione di disavanzo, pur mantenendo, tra il 2017 e il 2019, il livello dei servizi garantiti nel 2015 e 2016.

02) Scuola, arrivano i voucher
Il Consiglio regionale ha approvato a larga maggioranza la delibera che introduce i voucher scolastici in sostituzione degli assegni di studio. I voucher permetteranno alle famiglie di avere la disponibilità del contributo regionale prima di effettuare le spese per iscrizione, frequenza, libri, trasporti e attività integrative. Gli importi, in base alle fasce di reddito e ai diversi ordini di scuola, rimarranno gli stessi. Maggiorazioni per gli studenti disabili, per chi ha disturbi di apprendimento e per gli allievi delle scuole superiori dei comuni montani.

03) Le province a un anno dalla legge regionale
A poco più di un anno dall’approvazione della legge regionale 23, che ha riordinato le funzioni amministrative di Province e Città Metropolitana in applicazione della Legge Delrio, si è tenuto a Palazzo Lascaris un seminario su iniziativa dell’Ufficio di presidenza dell’Assemblea legislativa. All’incontro hanno partecipato consiglieri regionali, amministratori locali, rappresentanti delle associazioni e delle organizzazioni sindacali.
[interviste a: Gabriele Molinari, consigliere segretario Udp]

23/01/2017