Vai ai contenuti

leggi i contenuti

Lis n.09 - Marzo 2017

     
 

IN QUESTO NUMERO

Una nuova legge sulle decadenza dagli alloggi popolari
Borgolon e centri per l’impiego, delegazioni in Consiglio
La salute per tutti, premiazioni del concorso per le scuole

SETTE GIORNI IN CONSIGLIO

In apertura della seduta del 14 marzo, su richiesta del Movimento 5 Stelle, l’assessora all’Università Monica Cerutti ha svolto una comunicazione all’Aula sulla recente sentenza del Consiglio di Stato sul bando dell’Edisu, ente per il diritto allo studio universitario. Comunicazione in Consiglio anche da parte dell’assessore alla Sanità Antonio Saitta che, su richiesta di Fratelli d’Italia, ha relazionato sulla situazione dei Pronto soccorso piemontesi, in particolare durante il picco influenzale degli scorsi mesi. Sulla comunicazione si è aperto un ampio dibattito con l’intervento di tutti i gruppi consiliari. L’Assemblea legislativa ha poi proseguito l’esame del provvedimento che modifica i criteri per la decadenza dall’assegnazione degli alloggi di edilizia sociale, che è stato approvato nella seduta del 15 marzo. A margine dei lavori della seduta del 15 marzo, infine, sono state ricevute due delegazioni.

PRIMO PIANO

01) Una nuova legge sulle decadenza dagli alloggi popolari
L’Assemblea di Palazzo Lascaris ha approvato il 15 marzo, a maggioranza, la legge che modifica le norme sulla decadenza dall’assegnazione degli alloggi di edilizia sociale causate dalla morosità degli assegnatari. Il nuovo testo sopprime il termine di tre mesi di morosità previsto per l’avvio della procedura di decadenza, per permettere a comuni ed enti gestori di valutare le singole posizioni. Uniformandosi alla legge nazionale, il provvedimento, anche attraverso emendamenti proposti dal Movimento 5 Stelle, amplia la definizione del nucleo richiedente estendendolo alle unioni civili omosessuali e ai conviventi di fatto. Su questo punto sono stati esaminati e respinti numerosi emendamenti del presidente di Fratelli d’Italia Maurizio Marrone. Approvati anche due ordini del giorno relativi ai conguagli delle utenze di acqua e luce.


02) Borgolon e centri per l’impiego, delegazioni in Consiglio
Il 15 marzo sono state ricevute in Consiglio regionale le organizzazioni sindacali della Città metropolitana di Torino, che, dopo la riforma sulle Province, hanno chiesto garanzie sul personale dei Centri per l’impiego. Nella pausa dei lavori, inoltre, è stata ricevuta una delegazione dei 42 lavoratori della Borgolon di Varallo Pombia, la cui proprietà ha confermato la decisione di chiudere lo stabilimento tessile piemontese.

03) La salute per tutti, premiazioni del concorso per le scuole
Sono stati premiati al teatro Carignano di Torino gli studenti vincitori del concorso per le scuole “La salute per tutti. Movimento, alimentazione sana e corretti stili di vita per il benessere della persona”. Il concorso è stato organizzato dagli Stati Generali dello Sport con la Consulta dei Giovani, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e il patrocinio del Coni Piemonte.

Sul palco anche numerosi giovani atleti agonisti di diverse discipline e una nutrizionista, che ha tenuto una breve lezione sull’importanza della corretta e sana alimentazione. Dal Carignano è stata infine lanciata la sfida di “Un Cuore Rap”: i giovani piemontesi sono invitati a produrre un brano, il migliore si esibirà live prima della partita del cuore, il 30 maggio, allo Juventus Stadium.

30/03/2017